http://www.ariannavanini.it/italiano/files/gimgs/84_fiammiferi5.jpg
Milan, 21 dicembre 2012, 12:11/fiammiferi/cm40x40
http://www.ariannavanini.it/italiano/files/gimgs/84_fiammiferidettagliosmall.jpg
Milan, 27 maggio 2010, 0:00/particolare/fiammiferi/cm40x40

costellazioni istantanee/serie/2010
fiammiferi/cm40x40x5



Costellazioni Istantanee è il nome di una serie di lavori che ho incominciato a realizzare nel 2010. Ogni opera è un'installazione site-specific che riproduce la volta celeste in un specifico spazio e tempo. Consiste di centinaia di fiammiferi, uno per ogni stella delle costellazioni visibili. Ho utilizzato colori differenti a seconda della luminosità delle stelle: una maggiore luminosità corrisponde ad un colore più scuro. I fiammiferi compongono un'architettura fragile che può bruciare in pochi secondi, ma l'installazione è apparentemente innocua e durevole.
Allo stesso modo, siamo soliti pensare che le stelle siano qualcosa di eterno, per il fatto che la loro vita va dai 50 milioni ai 12 miliardi di anni (qualcosa che ha poco senso per la mente umana). Ma il tempo è un'idea relativa, dipende dal sistema di riferimento. Alcuni filosofi sono convinti che il tempo sia l’indeterminazione stessa; credono che il possibile sia più del reale che il reale sia il miraggio del possibile. Così il Big Bang non è un 'inizio' nel passato, ma un 'limite' dello spazio delle configurazioni possibili. Vediamo delle stelle che potrebbero non esistere più. Ma se ciò che sembra reale non è nient’altro che un’elaborazione di informazione, allora l’interrogativo sul tempo conduce all’interrogativo sull’essere. E la distanza tra fisica e metafisica lentamente si riduce.