• senza titolo/tolleranza/2008
    ferro, alluminio, motori elettrici, carta, fiore/cm90x90x80



    Mai la diversità è stata una colpa così spaventosa come in questo periodo di tolleranza
    Pierpaolo Pasolini


    Questa installazione è costituita da un tavolo in ferro di cm 94x94x80 sul quale sono montati tre rulli in alluminio che fanno girare una lama di carta. Un piccolo motore regola il movimento di un braccio meccanico nel quale viene inserito un fiore. Quest’ultimo viene inesorabilmente condotto verso la lama e, quindi ad una fine certa.
    Ho deciso di chiamare questo lavoro Tolleranza, un concetto puramente nominale poiché una ‘tolleranza reale’ sarebbe una contraddizione in termini. Infatti ciò che viene tollerato è qualcosa riconosciuto come diverso, ma non accettabile. Come ci ricorda Pasolini, la tolleranza è semplicemente una forma garbata di razzismo, che niente ha a che vedere con l’accettazione: 'io ti tollero fin quando tu diventi come me', mentre: 'io ti accetto per come tu sei fatto'.
    Questo è ciò che ho cercato di sottolineare attraverso l'opposizione tra l'elemento naturale - il fiore - e quello artificiale - l'aspetto industriale e la trasformazione del componente vegetale in lama di carta.